#NONUNADIMENO: QUATTRO FEMMINICIDI IN POCHE ORE. A MONZA, VIOLENZA SU STAGISTE MINORENNI.

Ondata di e violenze di genere oggi, venerdì 14 luglio, in Italia, da Nord a Sud: quattro le uccise, una quinta è in coma.

Un 56enne catanese ha ucciso a coltellate la ex moglie alla vigilia dell’udienza per la separazione. La vittima è una romena di 42anni che al momento dell’aggressione si trovava in un’abitazione di Montepulciano, Siena per accudire due anziane. L’uomo ha fatto irruzione nell’abitazione e prendendo un coltello dalla cucina ha ucciso la donna.

A Bari una donna di 48 anni è stata assassinata nella sua casa dal compagno, di 32 anni, a meno di una settimana dall’omicidio, sempre nel capoluogo pugliese, della 30enne polacca Anita Betata Rzepecka, deceduta  dopo 24 ore di agonia per essere stata picchiata dal suo compagno e fatta cadere, battendo la testa.

Il terzo delitto a Dragoni, nel Casertano, dove un 61enne ha sparato alla compagna di 49 anni nella piazza del paese: la donna aveva deciso di interrompere la relazione.

Il quarto femminicidio a Roma, dove un 79enne ha soffocato con una busta di plastica la moglie 81enne e si è poi suicidato lanciandosi dal balcone al quinto piano di casa, in zona Monteverde.

E ancora: a Cagliari un 25enne ha picchiato la fidanzata e, credendo di averla uccisa, si è suicidato gettandosi da un cavalcavia. La ragazza invece era ancora viva ed ora è ricoverata in ospedale, in coma farmacologico.

Infine Prato, dove un 27enne, nativo del Togo, è stato arrestato per sessuale su una quindicenne, ripetutamente molestate prima in strada e poi in un bar. All’arrivo degli agenti il 27enne si è scontrato con loro, ottenendo così anche una denuncia per resistenza e lesioni.

Sempre violenza di genere, aggravata qui dallo sfruttamento di un lavoro nemmeno pagato. Un 54nne imprenditore di Monza, titolare di due centri estetici, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale su minore. L’uomo avrebbe abusato sessualmente di quattro sue stagiste minorenni. I fatti sono avvenuti durante i periodi in cui le ragazze erano affidate alla sua attività per l’alternanza scuola/lavoro. L’uomo arrestato è titolare di due centri estetici a Monza. Le indagini sono state avviate grazie a una delle stagiste, che si è rivolta ad un consultorio. Risalendo alle studentesse che avevano partecipato a percorsi di formazione in quegli stessi centri sono così stati individuati gli altri casi, mai denunciati.

Nei primi sei mesi e mezzo del 2017 (dal primo gennaio al 13 luglio), sono state 17.030 le chiamate giunte al numero 1522, promosso dal Dipartimento per le pari opportunità a disposizione 24 ore su 24 di chi subisce violenza. Si tratta di una novantina di telefonate in media al giorno di donne che si trovano in condizioni di abusi. In particolare – rende noto Telefono Rosa che gestisce il numero – di queste telefonate, 57 (45 da donne italiane, 12 straniere) hanno riguardato emergenze; 386 riguardavano casi di stalking denunciate da donne italiane, 35 da migranti.

L’intervista con Serena, del collettivo Cattive Maestre di Roma che partecipa al percorso collettivo nazionale

Ascolta o scarica qui

http://www.radiondadurto.org/2017/07/14/nonunadimeno-quattro-femminicidi-in-poche-ore-a-monza-violenza-su-stagisti-minorenni/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...