Alla Magliana la polizia difende i fascisti. Cariche e fermi

fascism.png

Oggi nel quartiere della Magliana gli antifascisti e le antifasciste di Roma hanno tentato di impedire l’ennesima provocazione fascista in un quartiere che sta vedendo una preoccupante presa di iniziativa da parte dell’estrema desta. Si è risposto al mobilitazione di Forza Nuova chiamata “Magliana come Goro” cercando di raggiungere con ogni mezzo necessario i camerati per cacciarli dal quartiere. Quello che abbiamo incontrato sono lacrimogeni e cariche, dove diverse persone sono state fermate. Ad ora sappiamo di più di 40 fermi di compagni e compagne, appena possibile daremo maggiori informazioni. Solidarietà a tutti i fermati, con questa determinazione dobbiamo rimandare nelle fogne da cui sono venuti i fascisti, sempre pronti a proteggere gli interessi di politici, palazzinari e speculatori con la loro infame propaganda razzista!

Oggi 5 novembre a Magliana è avvenuta l’ennesima provocazione da parte di fascisti e razzisti stavolta targata Forza Nuova. La Roma antirazzista e antifascista, quella che tutti i giorni vive quei quartieri le sue contraddizioni e le sue difficoltà, non poteva tollerare tutto questo. E mentre Forza Nuova veniva lasciata manifestare i suoi contenuti di odio e intolleranza, La risposta della Questura di Roma è stata ancora una volta la repressione con lacrimogeni cariche e fermi di decine di compagne e compagni e il tentativo di chiudere il centro sociale macchia rossa sede del comitato antisfratto. Non possiamo permetterlo!Richiediamo la liberazione di tutti i fermati.

Antifascisti e Antifasciste di Roma

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...