Milano FN «Meritate di essere stuprate, come è successo a Colonia»

t97c21a_157601
«Meritate di essere stuprate, come è successo a Colonia»

Incredibili insulti alle donne dell’Anpi di Magenta durante un confronto in piazza con militanti di estrema destra

Come presentazione non c’è male. Appena nato, il gruppo di estrema destra “Rinascita magentina” ha già fatto parlare di sé per un episodio increscioso, finora non smentito. E’ il 31 gennaio: in programma un corteo chiamato “Marcia degli italiani”, a cui aderisce anche Forza Nuova. Alcuni iscritti alla sezione locale dell’Anpi sentono il vociare del corteo e vanno a vedere che cosa succede.

Lo “scontro verbale” è immediato. Mentre i carabinieri tengono lontane le due fazioni, partono insulti di vario genere, e qui le versioni divergono. Secondo Forza Nuova, per esempio, sarebbe stato scandito «un fascista morto non è reato». Dall’altra parte, l’Anpi provinciale e nazionale riferisce che siano stati proferiti «gravissimi insulti razzisti e sessisti contro le donne».

«Meritate di essere stuprate dai negri come a Colonia»: questo sarebbe stato l’insulto peggiore rivolto al “contro presidio” dell’Anpi, a cui partecipavano anche alcune donne. Una frase raccapricciante che, se dovesse essere stata realmente pronunciata, getterebbe immediatamente una triste ombra su un gruppo neonato che si vanta di essere “apartitico”. Il comunicato di Forza Nuova stigmatizza il fatto che il presidio di Anpi non fosse autorizzato, ma da parte dei carabinieri non si segnalano tentativi di “forzatura” verso la cosiddetta “Marcia degli italiani”.

«A settant’anni di distanza dal primo voto libero e democratico è grave constatare che persone o gruppi che godono dei principi sanciti dalla Repubblica si permettano di contraddirli proferendo feroci intimidazioni», è il commento di Simona Lembi, presidente del consiglio comunale di Bologna e responsabile nazionale pari opportunità per l’Anci (Associazione comuni italiani).

Idee confuse, quelle dell’estrema destra, visto che – all’indomani dei fatti di Colonia – il “barone nero” Roberto Jonghi Lavarini aveva, al contrario, elogiato gli estremisti renani per le “ronde punitive” contro gli immigrati.

http://www.milanotoday.it/politica/stupro-come-colonia-rinascita-magentina.html

vandalismi_minacce
r_lombardia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...